RE.FI.DA

amministrazione di beni fiduciariamente intestati


La RE.FI.DA. si occupa di intestare a proprio nome azioni o quote sociali, obbligazioni e altri titoli e valori mobiliari in genere e di assumere mandati e incarichi fiduciari relativi all’amministrazione di somme, conti correnti bancari e depositi mantenendo la netta separazione dei beni dei fiducianti da quelli della società fiduciaria.

La RE.FI.DA. con il contratto fiduciario intesta a se stessa i beni del cliente e, su questi beni, opera in nome proprio, ma per conto e nell’esclusivo interesse del cliente che rimane l’effettivo proprietario dei beni.

La RE.FI.DA. gestisce i beni fiduciariamente intestati sulla base delle specifiche istruzioni del cliente contenute nell’originario contratto di intestazione fiduciaria o, successivamente, impartite di volta in volta dal cliente stesso.

ELEMENTI CARATTERIZZANTI DEL CONTRATTO FIDUCIARIO

  • la separazione di fatto tra “la proprietà” che rimane del cliente e la qualifica di intestatario che assume la RE.FI.DA.
  • il diritto del cliente alla restituzione in qualsiasi momento dei beni affidati alla RE.FI.DA.
  • l’obbligo della RE.FI.DA. di astenersi dall’esercitare qualsiasi attività relativa ai beni amministrati, se non sulla base di preventive e specifiche istruzioni scritte del cliente.
  • l’obbligo di rendiconto al cliente

La riservatezza non è soltanto un diritto del cliente, ma la migliore garanzia di poter continuare a godere delle proprie disponibilità, del proprio patrimonio, con più tranquillità, con maggiore sicurezza al riparo dagli imprevisti e azioni di terzi